• Call : Tel 06.87248224 - Email: info @ asilogliscoiattoli.it

I bambini di oggi sono poco abituati al contatto diretto con sabbia e terra, cresciuti con giochi predefiniti e preconfezionati che poco spazio lasciano all’immaginazione e allo sviluppo armonioso di un pensiero creativo e divergente, orientato alla scoperta e al sapere costruttivo. Colpa o conseguenza di una società moderna dove il tempo è denaro e la semplicità è sottovalutata.

È per questo che è stato realizzato all’interno del nostro nido uno spazio di gioco in cui i bambini potessero riscoprire la semplicità, una dimensione temporale rallentata adeguata ai loro ritmi. Uno spazio dove beneficiare di materiale destrutturato, di riciclo e povero come la sabbia ma ricco di valenze educative e allo stesso tempo semplice, vettore di un sapere pedagogico universale che agisce in potenza per sottrazione.

Lo spazio della sabbia realizzato al nostro nido si ispira allo strandgut (cose portate dal mare) di Ute Strub, che la fitoterapista e formatrice pikleriana ha creato a Berlino. Al suo interno ritroviamo la stessa atmosfera, i valori e le regole presenti nell’atelier berlinese:

  • Rispetto per le cose presenti nello spazio e per il gioco degli altri bambini.
  • Divieto di far uscire la sabbia dallo spazio (che noi abbiamo delimitato con una coperta).

Poche regole chiare, precise che, lasciano al bambino una molteplice libertà d’azione.

L’offerta educativa di Strandgut promuove significative esperienza di crescita, attraverso condizioni ambientali e opportunità di gioco che agiscono valorizzando l’acquisizione di competenze, in atto e potenziali, dei bambini.